Dalle colture biologiche francesi, la mela Juliet

redazione15 Settembre 2021

Dietro ogni prodotto di un supermercato si cela una storia di imprenditorialità, di lavoro geniale e creativo, da studiare. All’origine della mela Juliet prodotta esclusivamente con colture biologiche, vi sono gli sforzi e l’inventività di Benoit Escande (vivaista) e Guilhem Sévérac (esperto di arboricoltura della Camera dell’Agricoltura di Vaucluse) che osservando sperimentalmente le caratteristiche delle prime piante Juliet colsero l’enorme potenziale di questa mela.
Oltre le loro aspettative, Juliet si è rivelata una mela bicolore, dalla polpa soda, succosa, profumata, dolce, poco acida e naturalmente resistente alla ticchiolatura, poco sensibile all’oidio e poco attraente per i temuti afidi.
Attualmente Juliet ha trovato mercati oltre i confini della Francia e conquistato più di 120 produttori riuniti sotto l’associazione: “Les Amis de Juliet”.

redazione