Italiani e cucina: meglio le ricette casalinghe con ingredienti di stagione

Francesca Cannella24 Gennaio 2022

Cucinare a casa per il 43% degli italiani non è solo un modo per divertirsi e condividere con i propri cari la preparazione dei piatti, magari cercando ispirazione (49%) da internet (YouTube o altri canali e social network), ma anche, per il 38%, per valorizzare la cucina casalinga e a base di ingredienti di stagione. Lo rileva il “Food trends & innovation report” di HelloFresh, il servizio di box ricette a domicilio lanciato da metà ottobre 2021 in Italia, che ha indagato (in collaborazione con l’istituto di ricerca Censuswide) come sono cambiati la cultura del cibo, il modo di cucinare e di selezionare gli alimenti, nel mondo e in Italia, negli ultimi 10 anni.

Lo studio realizzato a settembre 2021 in 16 paesi mediante interviste a 11.500 persone, evidenzia che in Italia per il 78% negli ultimi 10 anni si sono modificati il modo di cucinare, di scegliere gli ingredienti e di consumare i pasti. I principali cambiamenti, che sono stati coadiuvati anche dal periodo pandemico, riguardano la crescita del consumo dei pasti a casa, con il 34% che afferma di mangiare meno fuori e di trascorrere più tempo con la propria famiglia a tavola.

In crescita anche l’attenzione verso la selezione degli alimenti: il 46% è interessato alla provenienza del cibo, spende di più per la qualità degli ingredienti e compra alimenti di provenienza locale (43%), oltre a cercare di fare acquisti più sostenibili (39%).

La possibilità di variare pasti e alimenti è una fattore rilevante, con il 52% che vuole sperimentare nuovi tipi di cucina e il 34% che desidera usare ingredienti diversi, possibilmente freschi, di stagione e sostenibili. Guardando al futuro il 47% prevede di utilizzare più ingredienti di provenienza locale nel prossimo anno, mentre un altro 43% presterà maggiore attenzione all’origine del proprio cibo. Minimizzare gli sprechi e acquistare da una filiera più sostenibile saranno infine la priorità per il 30% dei consumatori.

Francesca Cannella