Kroger ora cucina per il delivery grazie a ClusterTruck

Loris Tirelli5 Gennaio 2021

L’idea è semplice: affiancare il servizio di catering alla vendita dei prodotti food. E così l’insegna grocery Kroger ha stretto un accordo con ClusterTruck, “la cucina americana per il delivery”, aprendo delle ghost kitchen prima nello store di Fishers (Indiana) e poi nel Kroger Marketplace di Dublin (Ohio). Ogni punto di vendita ha riservato un’area culinaria di poco più di 90 mq al personale di ClusterTruck che può così cucinare i pasti sia per il quick delivery sia per il ritiro all’interno del negozio Kroger.

Gli ordini della clientela vengono raccolti online da un menu virtuale che comprende più di 80 piatti, sia attraverso il sito krogerdeliverykitchen.com sia per mezzo dell’app mobile ClusterTruck. Dai 7 ai 30 minuti i tempi per completare l’ordine.

I menu variano a seconda del momento della giornata e comprendono colazione, insalate e zuppe, piatti di riso, noodle, alette di pollo, pizza, quickfood (hamburger, panini, toast al formaggio ecc.), antipasti latino-americani (burritos, tacos, quesadillas ecc.), contorni, pasti per bambini, bevande e dessert.

Loris Tirelli