L’avocado ingrediente benefico top nel 2020

Francesca Cannella19 Luglio 2021

Semi di sesamo, avocado, mandorle e alga spirulina sono tra gli ingredienti benefici più segnalati sulle etichette dei prodotti alimentari venduti nella grande distribuzione nel 2020, mentre tra gli ingredienti salutari meno presenti vi sono curcuma, germe di grano, zenzero e goji.

Lo evidenzia la nona edizione dell’Osservatorio Immagino (https://osservatorioimmagino.it), l’indagine di Gs1 Italy (qui il link) che incrocia l’analisi dei claim presenti sui pack dei prodotti di largo consumo con le rilevazioni Nielsen sul venduto.

Delle 6 famiglie – superfruit, supercereali e farine, dolcificanti, semi, spezie e superfood – in cui l’Osservatorio ha riunito i 27 ingredienti più “reclamizzati” sulle confezioni, la categoria dei semi è quella ad aver segnato la miglior performance annua in termini di vendite (+10,9% rispetto al 2019). Bilancio positivo anche per i superfruit (+2,1%), mentre i supercereali/farine sono rimasti stabili. Sono calate, invece, le vendite dei dolcificanti (-2,2%) e delle spezie (-4,5%), e addirittura crollate quelle del paniere dei superfood (-24,9%).

Tra gli ingredienti il top performer del 2020 è l’avocado, con un aumento del +67,4% delle vendite totali sia del frutto sia dei prodotti che lo contengono. Sempre nella categoria dei superfruit anche la mandorla e i prodotti a base di mandorla sono molto diffusi (+3,5% di sell-out), mentre tra le farine e supercereali alcuni ingredienti hanno avuto un andamento positivo, come avena (+5,4%), farina di riso (+1,9%) e farina di mais (+14,9%), e altri invece hanno subìto un calo come il farro (-4,5%), la quinoa (-9%) e soprattutto il germe di grano (-32,6%).

 Sul podio dei semi vi sono quelli di sesamo (+32,5%) e lino (+8,6%), mentre tra le spezie l’unica ad aver chiuso in positivo è la cannella (+8%), che ha addirittura capovolto il dato negativo del 2019 (-4,6%). Battuta d’arresto invece per lo zenzero (-5,1%) e la curcuma (-6,2%), dopo anni che hanno imperversato sulle etichette dei pack.Tra I superfood, infine, è l’alga spirulina (+20,7%) l’unico ingrediente ad aver avuto un trend positivo, mentre la peggiore performance è quella del goji (-33%).

Tra gli ingredienti il top performer del 2020 è l’avocado, con un aumento del +67,4% delle vendite totali sia del frutto sia dei prodotti che lo contengono. Sempre nella categoria dei superfruit anche la mandorla e i prodotti a base di mandorla sono molto diffusi (+3,5% di sell-out), mentre tra le farine e supercereali alcuni ingredienti hanno avuto un andamento positivo, come avena (+5,4%), farina di riso (+1,9%) e farina di mais (+14,9%), e altri invece hanno subìto un calo come il farro (-4,5%), la quinoa (-9%) e soprattutto il germe di grano (-32,6%).

Sul podio dei semi vi sono quelli di sesamo (+32,5%) e lino (+8,6%), mentre tra le spezie l’unica ad aver chiuso in positivo è la cannella (+8%), che ha addirittura capovolto il dato negativo del 2019 (-4,6%). Battuta d’arresto invece per lo zenzero (-5,1%) e la curcuma (-6,2%), dopo anni che hanno imperversato sulle etichette dei pack.
Tra I superfood, infine, è l’alga spirulina (+20,7%) l’unico ingrediente ad aver avuto un trend positivo, mentre la peggiore performance è quella del goji (-33%).

Francesca Cannella