Rogante uno sparkling wine scintillante e intensamente aromatico

Marilde Motta16 Maggio 2022

Il marchio Rogante valorizza vini frizzanti e gioiosi, da gustare in contesti di entertainment, a cui è stato  aggiunto qualcosa di inaspettato, i profumi intensi e i sapori di alcuni frutti così da intercettare le nuove  preferenze nel bere.

Rogante  e i vigneti di proprietà sono collocati nell’area magica del prosecco, a Conegliano, ma invece di seguire la tradizione locale delle bollicine è stata intrapresa la strada dell’innovazione. Come ci illustra Luigi Tonon, direttore commerciale di Rogante, la linea di prodotti porta l’attenzione sui frutti che sono la parte innovativa del progetto di connubio con il vino.

Quale tipologia di vino viene utilizzata come base e come vengono studiate le combinazioni di aromi e sapori?

I vitigni che danno origine alla nostra base da spumantizzare sono la Glera, il Pinot grigio e lo Chardonnay derivanti da vigne di proprietà e a conduzione diretta. Sottolineo che tutto il territorio è vincolato da sistemi di agricoltura integrata e il rispetto per la Natura è da sempre parte della nostra identità. Le combinazioni di aromi vengo studiate dai nostri enologi e poi, prima di andare in imbottigliamento, vengono assaggiate con tutto il nostro CDA per le rifiniture. Rogante ha ideato una metodologia di lavorazione che consente ai frutti di combinarsi perfettamente con lo spumante. Così i fiori di sambuco emanano un profumo intenso che ricorda anche l’elegante gelsomino, l’exotic passion consente di percepire le note di ananas e frutti maturi, il green fruits presenta una scala di aromi dal kiwi agli agrumi. Utilizziamo succhi di frutta naturali di grande qualità per ottenere un risultato stabile nella produzione.

Rogante fruttato è un vino che esce dal contesto della tavola,

Mixare e aromatizzare è una forte tendenza a livello internazionale, da chi è maggiormente apprezzata?

Giovani che si vogliono avvicinare al mondo del vino, ma anche un pubblico misto di uomini e donne in una vasta fascia di età, dai 35 ai 65 anni, che vuole qualcosa di diverso, di meno classico e formale. Le nostre varietà di Rogante fruttato sono una nuova categoria di prodotto che si riallaccia alla tendenza delle bevande aromatizzate, ideali in alcune circostanze festose. In pratica allargano la fruizione del vino, ma non sono un’alternativa al consumo del vino tradizionale.

Italia/estero: analogie e diversità di consumo che prospettive offrono al vostro prodotto?

Sicuramente l’estero è più disposto ad accogliere questo tipo di bevande, ma in realtà anche il mercato italiano si sta aprendo fortemente. La differenza è che nel mercato italiano serve assoluta qualità, c’è più competenza, le persone non si accontentano di elementi esteriori e superficiali. In pratica, bisogna offrire concreta qualità.

Quali canali servite attualmente e in quali pensate di espandervi nel prossimo futuro?

Attualmente nel canale B2B in Italia serviamo horeca ed ingrosso con la nostra rete di agenti, per scelta non facciamo la GDO. Nel canale B2C invece vendiamo online con il nostro shop di e-commerce, ma anche attraverso altri marketplace noti. Nel futuro incrementeremo sicuramente l’estero e l’horeca italiana.

La bottiglia in vetro decorata ha un ruolo importante per il posizionamento e l’identità del prodotto? Come è stata progettata?

La bottiglia in vetro è quella tipica per gli spumanti, la decorazione è l’aspetto innovativo e nasce da una nostra idea con la collaborazione del nostro grafico. Presto su questa bottiglia premium illuminata ci saranno notevoli sviluppi che conferiranno ancora più prestigio al prodotto. La nostra missione prioritaria è il posizionamento del prodotto che c’è all’interno della bottiglia, ma ovviamente oggi anche il packaging ha un ruolo decisivo per consentire al prodotto di farsi notare. In questo senso aiutiamo anche i locali a presentare il prodotto. Abbiamo ideato degli espositori che consentono di apprezzare l’intera collezione di Rogante fruttato. Inoltre abbiamo studiato altri elementi complementari come il secchiello per il ghiaccio. Naturalmente non ci fermiamo solo a questo poiché la collaborazione con il canale horeca deve riguardare in modo inscindibile prodotto e servizio.

 

 

Marilde Motta