Chips di fonio: le mangi e aiuti l’Africa.

Avatar photo Loris Tirelli2 Settembre 2022

Il fonio bianco, Digitaria exilis , detto anche  “hungry rice”  , è la specie più comune di Digitaria selvatica e domestica che  raccolta nelle savane dell’Africa occidentale.

Nutriente, senza glutine e ricco di fibre alimentari , il fonio è uno dei cereali a più rapida crescita al mondo, raggiungendo la maturità in appena sei-otto settimane per questo contribuisce a migliorare la nutrizione, e a promuovere lo sviluppo rurale e sostenere l’uso sostenibile della terra di molte aree africane

Il Fonio ha semi piccolissimi, ancor più piccoli del miglio. In quanto tale i suoi piccoli granelli sono difficili diseparare dalla  crusca. Tradizionalmente lo si pesta in un mortaio con della sabbia e poi lo si separa da essa tostandolo.

Yolélé e il marchio di una linea di patatine a base di fonio, offerte nei gusti:

Sea Salt,

Yassa (chili habanero brillante, cipolla dolce caramellata e lime piccante; nonché Fonio, manioca, olio di semi di girasole, fibra di bambù, farina di tapioca, sale, cipolla, zucchero grezzo di canna, succo di lime in polvere, aglio, spezie, ); Verdi (foglie di moringa e baobab agrumato);

Afro-Funk (dawadawa – cioè carrube (dette anche “locust beans”) fermentate – e zenzero).

Hot Baobab (Fonio, manioca, olio di semi di girasole, fibra di bambù,  cipolla, moringa, zucchero grezzo di canna, polvere di baobab, spinaci, aglio, spezie)

Un’altra referenza è Jollof, un piatto della festa, ricco e saporito a base di pomodoro, cipolla, peperone e peperoncini piccanti, servito con carne o pesce brasati. Ogni paese dell’Africa occidentale afferma che la propria versione è la migliore.

Lo Jollof Yolélé fonde questi sapori iconici con un diverso cereale dell’Africa occidentale: il fonio, appunto.

Yolélé Foods Inc.  è stata fondata nel 2017 da Pierre Thiam un “Senegal-raised and New York City-based” chef e dal suo socio in affari Philip Teverow. Pierre ha cucinato per numerosi funzionari governativi tra cui il re del Marocco, il presidente francese Emmanuel Macron e l’ex segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki Moon.

È autore di tre libri di cucina, tra cui: The Fonio Cookbook: An Ancient Grain Rediscovered (2019) , Senegal: Modern Senegalese Recipes from the Source to the Bowl (2015) e Yolele! Ricette dal cuore del Senegal (2008) . Ha vinto numerosi premi e riconoscimenti per la sua cucina e la sua difesa delle tradizioni africane.

Pierre Thiam fa parte del consiglio di amministrazione di IDEO , SOS Sahel , CorpsAfrica , nonché dell’African Cuisine Advisory Board del Culinary Institute of America .

Avatar photo

Loris Tirelli