Crescono gli italiani amanti del pesce sostenibile

Francesca Cannella21 Dicembre 2021

Agli italiani piace il pesce: il 94% lo consuma abitualmente e il 36% dichiara di averne aumentato il consumo negli ultimi 5 anni. Preoccupati della salute dei mari e degli oceani, inoltre, 3 su 4 preferiscono acquistare prodotti ittici sostenibili. Lo rileva una ricerca globale sui consumatori di prodotti ittici di Marine Stewardship Council (Msc), organizzazione no profit che promuove la salute degli oceani.

L’indagine, giunta alla terza edizione, evidenzia che a orientare gli acquirenti di pesce sono soprattutto la qualità e la sicurezza del prodotto (la freschezza e la provenienza da fonti sostenibili), che renderebbero i prodotti ittici un’alternativa più sana rispetto al consumo di carne.

 

Per proteggere gli oceani 1 consumatore su 4 ha dichiarato di avere cambiato brand a favore di uno più attento alla sostenibilità; l’86% è pronto a mettere in campo azioni concrete per proteggere gli oceani, che per un terzo degli intervistati si traduce nell’orientarsi verso brand più impegnati nella sostenibilità e nel basare le proprie decisioni su informazioni precise e puntuali.

 

Ad aiutare i consumatori nelle scelte vi sono le etichette di certificazione di sostenibilità, e molti retailer e aziende di produzione e trasformazione dei prodotti ittici sono entrati a far parte del programma di certificazione Msc, che stabilisce, attraverso l’assegnazione di un punteggio, l’effettiva sostenibilità dei prodotti della pesca; quando il processo di certificazione si conclude positivamente, i prodotti potranno avere il “marchio blu Msc”, conosciuto dal 55% e che riscuote la fiducia dell’84% degli intervistati in Italia.

Francesca Cannella