La Perdrière, un olio evo all’alga spirulina

redazione6 Marzo 2022

La Perdrière è un’azienda familiare di Berre l’Etang, una cittadina sullo “Stagno di Berre”, nei pressi di Marsiglia. Olivier e Agnès Serradimigni sono agricoltori da molte generazioni. La storia delle loro famiglie di immigrati italiani, inizia a Les Caillols a Marsiglia all’inizio del XX secolo.

Negli anni ’50, quando la cintura verde di Marsiglia scomparve a causa della pressione urbana, i loro genitori si trasferirono a Berre l’Étang in cerca di terra fertile.

Sempre alla ricerca di tecniche all’avanguardia, in precedenza si erano specializzati nella coltivazione in serra del pomodoro. Dal 2016 hanno intrapreso una attività più innovativa di olivi, albicocche e agrumi (pompelmo, arancia, limone, citron caviar) e (insolitamente) spirulina; il tutto con approccio bio e DOP. L’uliveto è concepito con criteri ecosostenibili, di diserbo e irrigazione.La raccolta delle olive è manuale.

La Perdrière ha proposto al mercato l’abbinamento originale di olio extravergine d’oliva (classificato “Aop” Aix-en-Provence) ottenuto dalle due varietà di olive provenzali Salonenque e Aglandau, e alga spirulina coltivata in serra, essiccata a bassa temperatura e certificata.

Il concetto si riassume nella combinazione di apporti nutritivi e supplementari di due alimenti olio e alghe noti per la loro salubrità.

Oli Evo Sapìens, l’ultima creazione di Americo Quattrociocchi

Milkadamia, dagli Usa i nuovi oli vegetali a base di noce di Macadamia

redazione