Da EatWell nuovi chioschi automatici di prodotti CBD di NatuEra

Avatar photo Loris Tirelli15 Marzo 2022

L’insegna di specialità alimentari EatWell della catena Schnuck Markets, una catena di supermercati con sede nell’area di St. Louis, che attualmente gestisce oltre 100 negozi in quattro stati del Midwest (Missouri, Illinois, Indiana e Wisconsin), ha introdotto i chioschi automatici di prodotti a base di cannabidiolo (cbd) di NatuEra, azienda specializzata nella produzione di cannabinoidi e integratori con l’aggiunta di canapa.

NatuEra è una società statunitense con sede a Miami che punta a soddisfare una clientela salutista, amante degli prodotti naturali. Oltre al canale dei supermercati l’azienda punta a sfruttare le vending machine  NatuEra Smart Cbd che permettono di acquistare ad ogni ora e velocemente creme, tinture, capsule e gomme da masticare al cbd, incluse le nuove linee Relax e Relief & Recovery e tutti gli altri prodotti della linea Rest.

Il NatuEra Smart Cbd Kiosk utilizza un touchscreen di 42 pollici che fa apparire l’immagine di una pianta di canapa indiana, in modo da avvertire i clienti dell’ingrediente base utilizzato. Il distributore offre oltre alle informazioni sui prodotti, contenuti educativi sulla canapa, sui cannabinoidi e sul principio attivo cbd.

Questi chioschi sono disponibili in quattro diverse dimensioni e possono essere installati nei terminal, a parete oppure come unità a pavimento autoportanti. Allison Primo, (Strategic Manager for Health and Wellness) della Schnuck Markets, ha affermato che il 66% degli americani ha sentito parlare del cbd ma è confuso e non sa se siano prodotti sicuri.

Schnuck Markets possiede in totale 111 punti di vendita, suddivisi negli stati del Missouri, Illinois, Indiana e Wisconsin. Secondo la manager Allison Primo, i supermercati americani stanno dedicando una crescente attenzione ai prodotti a base di cannabidiolo e sta crescendo la domanda anche da parte dei consumatori.

Secondo Primo, le referenze a base di cannabis sono diventate rimedi popolari per alcuni problemi di salute quotidiani. Negli Usa, una parte di retailer è comunque indecisa sulla vendita di questi prodotti anche per le perplessità che riguardano l’etichettatura, la sicurezza ed il quadro normativo.

Nel dicembre 2018 il governo federale degli Stati Uniti ha rimosso la cannabis dalla lista delle sostanze controllate ma, ciononostante, la Food and Drug Administration ha vietato l’aggiunta di cannabidiolo agli alimenti e la sua commercializzazione come integratore alimentare.

Secondo un report della Consumer Brands Association, riportato da NatuEra, le motivazioni principali per l’acquisto di prodotti contenenti cbd sono l’uso come antidolorifici (52%), la riduzione di ansia e stress (50%) e il rimedio all’insonnia (43%).

Secondo Nicolas Nannetti, ceo di NatuEra, per la clientela di prodotti con cannabidiolo (tra i quali la metà sono Millenial), il Cbd Smart Kiosk può essere una soluzione per bilanciare rischi e responsabilità normative, assicurando agli acquirenti di trovare questi prodotti in punti di vendita dei quali si fidano.

La missione di NatuEra

“Il nostro scopo è ristabilire l’equilibrio e migliorare la vita creando soluzioni sostenibili e potenti che aiutino le persone attraverso il potere delle piante. Ci impegniamo a lavorare in armonia con la natura perché rispettiamo il suo potere profondo e crediamo nei suoi benefici olistici. Ecco perché noi aderire rigorosamente a pratiche di coltivazione e produzione sostenibili che ci consentiranno di fornire i migliori prodotti naturali per le generazioni a venire. Ti invitiamo a unirti a noi in questo viaggio emozionante e importante“.

Nicolás Nannetti, amministratore delegato
Avatar photo

Loris Tirelli