Samboa: la nuova mela dolce, croccante e maturata in pianta

Daniele Tirelli25 Aprile 2022

Grande attesa per il marchio “Samboa” che promette di innalzare ulteriormente la qualità dell’offerta di mele.

Dopo i 6 anni di ricerca del “Progetto Brasiliano”  l’azienda Rivoira Giovanni e Figli Spa è pronta ad lanciare sul mercato italiano e internazionale le nuove mele marchiate appunto, Samboa.

L’innovazione consiste nel combinare la coltivazione e il raccolto di  3 varietà:  Luiza, Venice e Isadora che sono state scelte per le loro particolari caratteristiche agronomiche. Il primo vantaggio è la loro resilienza genetica ai parassiti, al fungo glomerella; il secondo è il basso fabbisogno di freddo invernale e, l’ultimo ma non meno importante, il loro gusto,  la succosità e la croccantezza, abbinate a una grande dolcezza .

Queste varietà della categoria “supersweet” si sono adattate ai climi caldi,  si colorano facilmente e vengono raccolte in tempi diversi: la prima, Luiza, ha una finestra di raccolta simile a Gala, Venice viene raccolta a fine settembre e Isadora a fine ottobre.

Gerhard Dichgans , Global Manager del Progetto Samboa e Marco Rivoira, Owner della Rivoira Giovanni e Figli Spa definiscono così la loro missione: 

“Ogni giorno, un meraviglioso frutto!”

 

 Mantenere questa promessa  è possibile, poiché queste tre varietà hanno la caratteristica unica di essere raccolte mature sull’albero , con pieno sviluppo di sapori e aromi”.

Il Progetto Samboa è diventato una realtà commerciale nella primavera del 2021 con i primi 30.000 alberi che sono stati piantati dal Gruppo Rivoira in Piemonte/Italia, seguiti da altri 125.000 alberi di tutte e tre le varietà nella primavera del 2022, per raggiungere l’obiettivo di 200 ettari entro il 2024.

Inoltri nuovi partner in Europa e all’estero hanno già mostrato grande interesse per il progetto: l’obiettivo globale è infatti raggiungere i 4000 ettari nel mondo .

“Vogliamo assumerci la responsabilità nei confronti del consumatore”, Gerhard Dichgans e Marco Rivoira, “stabiliremo regole di produzione per i coltivatori, e certificheremo gli standard da un’azienda indipendente. ” Raccolto maturo sull’albero”   sarà un sigillo di qualità , una parte aggiuntiva e integrante del nostro concetto di marchio”.

Gerhard Dichgans e Marco Rivoira

Maggiori informazioni sul progetto  sono visibili sul sito www.samboa.it .

Daniele Tirelli