La versalità di Parpaccio l’aceto solido da grattugiare

redazione11 Marzo 2022

Parpaccio è un prodotto totalmente nuovo per la cucina italiana; si tratta di un aceto solido che si può grattugiare e che può essere ri-trasformato seguendo le ricettazioni di chef e appassionati della cucina hobbistica. È disponibile in tanti aromi come balsamico,  lampone, limone-zenzero e arancia e cannella.

Parliamo è prodotto dall’ Acetificio Mengazzoli, un’azienda familiare di Mantova fondata nel 1962 e specializzatasi nell’antica arte dell’aceto balsamico.

La forma solida dell’aceto consente di grattugiarlo per uso aromatico, ma anche affettarlo in foglie trasparenti per fini estetici e originali soluzioni visive e compositive di nuove ricette. Un uso alternativo è la sua ricomposizione in salse ristrette e glasse a complemento di vari piatti. Lo si può anche rendere croccante, ridurlo in polvere, cristallizzarlo, o plasmarlo in varie forme.

Può contribuire alla preparazione di aperitivi, oppure per insaporire tartine, ostriche, insalate, foie gras, formaggi freschi e stagionati, frutta, dessert, gelati ecc. In forma grattugiata arricchisce  risotti e pizza.

Parpaccio ha ottenuto vari premi e riconoscimenti, tra cui nel 2019 il “Premio Italiano per l’Alimentazione” come migliore innovazione nella categoria “Condimenti e aceti” e il primo posto all’ Ethical Food, e nel 2020 il primo premio e il premio Innovazione al Festival Olio Officina.

Dalla Corea le salse Fontana alla frutta e prive di grassi

Olio all’aragosta di Groix & Nature

La Perdrière, un olio evo all’alga spirulina

 

redazione