Panettoni d’insegna

Sono sei le catene distributive che hanno creato brand ad hoc per segnalare un posizionamento decisamente alto tipico del negozio d’alta gastronomia, che offre oltre alla varietà merceologica anche un’esperienza d’acquisto che si suole classificare come superiore. Prendiamo in considerazione: Il Viaggiator goloso di Unes, U2 Sapori e Dintorni, Il Gastronauta di Decò, Elisenda di Esselunga,  Piaceri italiani di Crai, nonché L’arte delle specialità di Todis Mentre in un precedente articolo dal titolo “Vorrei e...

L’inflazione, l’economista, il signor Peppino e l’Esselunga

Premesso che chi conta davvero è il signor Peppino, il quale, nei confronti di chi gli offre qualcosa ad un certo prezzo, si rivela avido, volubile, irriconoscente e spietato (nel senso che emette una condanna a morte per le marche che lascia sistematicamente sullo scaffale del supermercato), va detto che in tema di inflazione egli ha le idee molto confuse, ma non è il solo. Il signor Peppino, è un “umarel” che colleziona i volantini...

Il temporary store “Le eccellenze di Esselunga” apre in centro a Milano

Dopo aver sperimentato il temporary store della pasticceria Elisenda a Natale 2021, Esselunga torna a proporre un pop up store. Lo fa sempre in via Spadari 4 a Milano, a pochi passi dal Duomo e di fronte a Peck, tempio della gastronomia meneghina, in una versione rinnovata e più ampia. Il nuovo negozio “Le eccellenze di Esselunga”, che è stato inaugurato il 26 ottobre, offre una selezione di prodotti esclusivi arricchita dall’esposizione della linea “Cucina Esselunga”, marchio...

Sicuri che la rappresentazione dei prezzi (da parte dei clienti) sia realistica?

L’idea che si formano i consumatori di un’insegna non sempre corrisponde alla realtà dei prezzi praticati perché frutto di una complessa elaborazione di valutazioni personali. possiamo fotografare il goodwill, ma condizionarlo è arte imprenditoriale.  La correttezza della percezione dei prezzi dei punti di vendita varia ampiamente tra differenti comunità di clienti. L’offerta di servizi e livelli di qualità vissuti come diversi causano quella distorsione percettiva”. A questa conclusione sentenziale avrei voluto arrivare io, ma prima...